ESCHER


Dopo il grande successo di Roma e Bologna, la mostra dedicata a Maurits Cornelis Escher approda a Treviso con tutto il suo potenziale di fascino e di coinvolgimento.

Il percorso della mostra segue letteralmente lo sguardo di Escher, che ha preso le mosse dall'osservazione diretta e puntuale della natura, sull'onda del fascino che esercitò su di lui il paesaggio italiano. Così, gli occhi del grande artista si sono posati tanto sulle meraviglie offerte dagli scorci del nostro paese - come in Notturno romano: il Colosseo (1934) - quanto, e ancor di più, sulle piccole cose, osservate come fossero una straordinaria architettura naturale, come avviene in opere come Soffione (1943), Scarabei (1935) e Cavalletta (1935). Quello di Escher è uno sguardo che sa cogliere la realtà del reticolo geometrico che si trova dietro le cose per poi farne le premesse compositive per costruire quelle che più tardi chiamerà "immagini interiori".

L'itinerario della mostra allarga la visuale su tutta la cultura artistica art nouveau che Escher aveva assorbito dall'insegnamento di Jessurum de Mesquita, senza tralasciare come l'artista olandese abbia saputo gestire le leggi della percezione visiva che, ormai da anni, le ricerche della Gestalt stavano ponendo in evidenza. Attraverso gli studi di Escher, che si ponevano anche come premessa teorica per l'indagine cristallografica, il percorso esplorerà, inoltre, quelle implicazioni matematiche e geometriche che porteranno fino alla teoria dei frattali, dando conto, nell'ultimo tratto, dell'eco che l'opera di Escher ha prodotto nella società del tempo.

Fino al 3 aprile 2016, il Museo di Santa Caterina di Treviso ospita un'esposizione interamente dedicata a questo Artista, incisore e grafico olandese. La mostra Escher, con oltre 150 opere, vuol sottolineare l'attitudine di questo artista/intellettuale ad osservare la natura in modo differente, da un punto di vista tale da far emergere in filigrana quella bellezza della regolarità geometrica che talvolta diventa magia e gioco.

Qui sotto alcune opere di Escher:

Maurits Cornelis Escher Mano con sfera riflettente 1935, Litografia, 31 x 21,3 cm

Maurits Cornelis Escher Concavo e convesso / Convex and Concave, 1955 Xilografia, 27,50×33,50 cm

Maurits Cornelis Escher Vincolo d’unione / Bond of Union, 1955 Litografia, 25,30×33,90 cm

Maurits Cornelis Escher Pozzanghera / Puddle, 1952 Xilografia, 24×31,90 cm

Maurits Cornelis Escher Mani che disegnano / Drawing Hands, 1948 Litografia, 28,20×33,20 cm

ORARI

Lunedi 14.30 – 20.00 Da martedi a domenica dalle 10.00 alle 20.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)

APERTURE STRAORDINARIE

– 24/12: 10-18 (biglietteria chiude un’ora prima) – 25/12: 12-20 (biglietteria chiude un’ora prima) – 31/12: 10-18 (biglietteria chiude un’ora prima) – 01/01: 12-20 (biglietteria chiude un’ora prima)

BIGLIETTI

Intero € 13,00 (audioguida inclusa) Ridotto € 11,00 (audioguida inclusa) 65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; portatori di handicap; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti); guide con tesserino se non accompagnano un gruppo, possessori di biglietto intero della mostra “El Greco in Italia.” Ridotto Gruppi € 11,00 prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax, microfonaggio obbligatorio Ridotto bambini € 5,00 bambini da 4 a 11 anni non compiuti

Scoprite il mondo di Escher attraverso attraverso i nostri Tour organizzati! Non esitate a contattarci per avere maggiori informazioni.

Camilla

#escher #museo #mostra #treviso #tour #turismo #santacaterina

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square